I social media si sono consolidati come uno dei principali canali di comunicazione per collegare le aziende al loro pubblico, suscitando interesse per il brand e costruendo un rapporto di fedeltà. Questo discorso si può applicare anche alle farmacie online?

La risposta breve è sì: il settore pharma può (e deve) essere sui social media, perché è lì che si trova il suo target, tra pazienti effettivi e persone che cercano nuovi modi e prodotti per il loro benessere; attività come eCommerce farmacia possono trarre grandi vantaggi da una strategia social ben costruita. Vediamo di approfondire la questione.

A chi ci stiamo rivolgendo

Quanti italiani sono sui social network? Quelli che usano internet rappresentano il 73% della popolazione, ovvero 43 milioni, di cui 34 sono attivi sui social network: questo numero copre la quasi totalità degli under30, ma coinvolge ogni fascia d’età, specie su Facebook, in cui troviamo una forte presenza tra i 30 e i 54 anni, senza dimenticare i 10 milioni di over55. Bisogna considerare anche che questi dati sono in costante crescita, con un +10% di utenti social (che equivale a 3 milioni di italiani) da gennaio 2017 (Fonte: Digital in Italia 2018).

Queste persone passano in media 1 ora e 53 minuti della propria giornata su questo tipo di piattaforme, per cercare informazioni, leggere notizie, confrontarsi con altri utenti, condividere la propria vita con altri o farsi una risata. Tra le possibilità offerte da social network come Facebook c’è quella di entrare in contatto con un’azienda per ricevere consulenza o informazioni da una fonte specializzata.

Perché farlo

Secondo una ricerca di GfK (Growth from Knowledge), circa il 30% degli italiani sul web (15 milioni) visitano almeno una volta al mese un sito su argomenti di salute e benessere; in particolare, i pazienti sono interessati sia a pagine Facebook generaliste (64%), sia specialistiche (49%) per cercare informazioni e confronto (sia con altri utenti, che con figure professionistiche). Rimane comunque importante il parere del medico di base o del farmacista per confermare la validità di quanto appreso su internet.

La figura del farmacista online può quindi coniugare il bisogno informativo degli utenti dei social network con la necessità di essere sicuri della fonte da cui proviene questa informazione: pagine di eCommerce farmacia diventano un punto di riferimento per trovare soluzioni che possono essere immediatamente acquistate online. L’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri ha osservato nelle sue ricerche come i social network incidano in maniera rilevante (81%) sull’assistenza medica e sulla salute, permettendo una comunicazione e promozione diretta e con un canale accessibile a tutti, oltre ad offrire a pazienti affetti dalla stessa patologia un’occasione di networking.

Tra i contenuti postati troviamo disease awareness (29%), notizie (25%), eventi (19%), responsabilità sociale (13%), aggiornamenti su prodotto (8%), notizie sull’industria farmaceutica generale (2%) e altre notizie (3%).

È comunque importante mostrarsi autorevoli nella comunicazione sui social network, tenendo presente che gli utenti possono diffidare della professionalità dell’interlocutore per via dell’abbondanza di fake news in rete: sapere che la pagina Facebook è collegata a un eCommerce farmacia autorizzato dal Ministero aiuta a costruire la credibilità, così come citare dati e ricerche con fonti verificabili.

Grazie ai social network, una farmacia online può aprire un canale di contatto preferenziale con i suoi clienti, offrendo consulenza e mettendoli in diretto contatto con i prodotti utili al loro benessere. Farmakom mette a disposizione la piattaforma eCommerce farmacia pensata dai farmacisti per i farmacisti e offre consulenza sui temi di social e digital marketing. Scopri di più contattandoci.