Scegliere e impostare gli strumenti per gestire i pagamenti online non è solo una necessità logistica degli eCommerce per farmacie, ma è anche una decisione strategica per il loro successo poiché ha un impatto sulla loro marginalità.

Vediamo come.

L’esperienza dell’utente

Il checkout è il momento cruciale che conferma la decisione di acquisto oppure porta ad abbandonare un carrello già riempito.

Secondo Salecycle, questo fenomeno si è verificato con un’incidenza media del 75,4% nel corso del secondo quadrimestre del 2018, vale a dire che solo un ordine su quattro è stato effettivamente completato.

Ci sono vari motivi che causano l’abbandono del carrello, ma il pagamento incide in modo particolarmente significativo.

In primo luogo, non tutti i clienti hanno a disposizione gli stessi metodi di pagamento e anche a parità di mezzi hanno delle preferenze su quali utilizzare.

Secondo i dati di Osservatori.net Digital Innovation sugli acquisti online in Italia nel 2018, gli italiani preferiscono utilizzare:

  • carta di credito (64%);
  • digital wallet (32%);
  • bonifico (2%);
  • contrassegno (2%);
  • altri metodi (< 1%).

Bisogna comunque considerare che carte di credito e digital wallet sono macrocategorie che includono numerosissime varianti: Visa, Mastercard, American Express e Postepay, per citare alcune carte di credito, Paypal, Satispay, Google Pay e Apple Pay, come esempi di digital wallet.

È quindi un panorama molto articolato che va coperto il più possibile, altrimenti molti clienti abbandoneranno inevitabilmente il carrello perché insoddisfatti delle opzioni messe a disposizione.

Le preferenze sui metodi di pagamento si ricollegano a un altro tema importante per l’utente, ovvero la sicurezza.

Nel momento in cui l’acquirente affida i suoi dati sensibili all’eCommerce della farmacia, vuole sentirsi tutelato, perciò preferisce vedere provider di servizi di pagamento famosi e riconosciuti, accompagnati da termini di vendita e garanzie chiaramente esplicitate e facilmente accessibili durante il check out.

I costi di gestione

La scelta del provider di servizi di pagamento va valutata anche in termini di costi di gestione, chiedendo al farmacista di ragionare su quale soluzione risulti più efficiente per conciliare la sua marginalità con l’esperienza dell’utente.

Garantire un’ampia copertura di strumenti per il cliente può risultare dispendioso per la farmacia, se non si fa questa valutazione.

Per soddisfare appieno tutti i bisogni del farmacista, Farmakom offre la sua piattaforma eCommerce in partnership con alcuni dei provider di servizi di pagamento più diffusi al mondo.

Oltre a Paypal, Farmakom propone Nexi, uno dei maggiori player nel settore dei pagamenti digitali, per offrire una copertura completa dei metodi di pagamento a condizioni agevolate.

Le farmacie che hanno aderito a Farmakom, infatti, godono di un’offerta esclusiva che riduce i costi sostenuti per accedere a uno dei migliori servizi di pagamento online disponibili sul mercato, che accetta tutte le carte di credito e i digital wallet.

Scopri di più sull’offerta Farmakom e unisciti alla trasformazione digitale della farmacia italiana: prenota subito la demo.