“L’eCommerce farmaceutico è un ambito che si sta affermando sempre di più e le farmacie indipendenti devono affrontare la sfida dell’online”: è questa la sintesi delle parole di Antonello Mirone, Presidente di Federfarma Servizi, a commento della sesta Convention Federfarmaco-Federfarma Servizi, tenutasi a ottobre 2019 a Sorrento.

“Il futuro delle reti di farmacie indipendenti: opportunità nell’era dell’innovazione digitale” era il tema scelto per l’edizione 2019 di questo importante evento, in cui sono intervenute molte figure di spicco della salute e del digitale per fare il punto della situazione sull’eCommerce farmaceutico.

A seguito dei due giorni di incontri e conferenze, il Presidente di Federfarma Servizi conclude che non si può più trascurare l’online come canale per la farmacia, constatando la rapida evoluzione dell’eCommerce farmaceutico e l’impatto che ha avuto sui comportamenti e sulle aspettative dei consumatori: i farmacisti devono quindi trasferire digitalmente la propria professionalità, che è il valore che più li distingue dagli altri player.

Riccardo Mangiaracina, uno dei direttori degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano, ha presentato dati che evidenziano chiaramente la necessità della farmacia di presidiare il canale online:

  • in Italia l’eCommerce ha un fatturato di 27 miliardi e il nostro Paese ha il tasso di crescita più alto d’Europa, +16% dal 2017 al 2018;
  • nel 2018, gli eCommerce delle farmacie italiane hanno venduto per un totale di 154,5 milioni di euro (+61% rispetto al 2017) di cui:

Mangiaracina conclude che, a fronte di questa domanda crescente, non si potrà rimandare a lungo la decisione di aprire il canale online: se una farmacia non lo fa, probabilmente ne approfitterà un concorrente e si perderà così un’importante opportunità di crescita.

Questi dati sono stati arricchiti dall’intervento di Francesco Cavone, direttore associato di Iqvia, da cui emerge che la crescita del fatturato online del settore salute è accompagnata da una forte concentrazione del mercato:

  • l’OTC da solo è responsabile per il 62% degli acquisti dagli eCommerce per farmacie, di cui:
    • 11% automedicazione;
    • 89% integratori;
  • seguono i prodotti di personal care con il 30%;
  • patient care e nutrizionale completano il quadro con, rispettivamente, il 5% e il 3%.

Cavone fornisce anche indicazioni sui motivi che portano il consumatore a scegliere il canale online:

  • il fattore principale è il prezzo del prodotto, che da un sito a un altro può variare anche del 71%;
  • la privacy è importante per l’acquisto di prodotti o servizi di natura sensibile, presentando l’esempio che l’autotest per l’HIV raggiunge il 9% di quota di mercato esclusivamente online;
  • la comodità di effettuare acquisti 24/7 e riceverli direttamente a casa permette di adattarsi a ogni tipo di abitudine di consumo.

Dalla Convention Federfarmaco-Federfarma Servizi emerge quindi uno scenario ricco di opportunità di crescita che bisogna assolutamente cogliere: l’eCommerce farmaceutico non è più una scelta, ma una priorità della farmacia.

Per sostenere questa trasformazione digitale servono il know-how e gli strumenti adatti: scegli Farmakom, la piattaforma eCommerce a misura di farmacista, completamente chiavi in mano e attivabile in 24 ore. Prenota subito la demo.