La farmacia su Facebook si presenta con una doppia veste: da una parte diventa un punto di contatto privilegiato tra pazienti e promotori della salute, dall’altra è un utile canale commerciale per l’attività del farmacista; questi due aspetti, per quanto apparentemente in conflitto di interessi, si possono sostenere a vicenda creando un ecosistema sanitario e commerciale virtuoso. Vediamo le due facce di questa proverbiale medaglia.

La salute su Facebook

La ricerca Social Network per migliorare la salute dei pazienti ha evidenziato come il 99% dei partecipanti giudichi i social network come canali potenzialmente utili per la gestione della salute, soprattutto nel caso di malattie croniche (85%) e della promozione di comportamenti salutari come perdita di peso, attività fisica e corretta alimentazione (78%).

In effetti, Facebook ci mostra ogni giorno il potere delle connessioni, che permettono di collegare un gran numero di persone tra loro e di creare una rete di influenze che impattano sui nostri comportamenti quotidiani: questo permette a figure operanti nel settore della salute sia di raggiungere in modo capillare pazienti e cittadini fornendo assistenza e consulenza da remoto, sia di promuovere comportamenti, abitudini e stili di vita salutari che all’interno di cerchie e gruppi hanno la possibilità di innescare circoli virtuosi, in cui una persona che li adotta influenza gli altri a fare altrettanto.

Facebook stesso diventa un terreno fertile per sviluppare awareness e sostegno sui temi della salute, anche senza l’intervento diretto di professionisti sanitari: gli utenti più sensibili e coinvolti condividono informazioni su questo genere di argomenti e sono più che felici di esprimere solidarietà e fornire supporto emotivo a chi ne ha bisogno.

Citando nuovamente la ricerca Social Network per migliorare la salute dei pazienti, il 60% dei partecipanti ritiene che Facebook abbia ancora del potenziale da sviluppare in ambito di salute, ma nel momento in cui raggiungerà piena maturazione avrà un impatto significativo sul coinvolgimento dei pazienti, la qualità dell’healthcare e il livello di supporto alla salute, fornendo un canale innovativo con costi contenuti.

Il farmacista su Facebook

Pur assistendo a una forte crescita di Instagram, Facebook rimane un player importante sul panorama del social marketing, registrando alla fine del terzo trimestre del 2018 una crescita del numero degli utenti del 10%: in particolare sono sempre più attivi gli Over50 sulla piattaforma di Zuckerberg, che sono anche quelli più bisognosi di attenzioni farmacologiche e della figura consulenziale del farmacista.

Facebook rimane tutt’ora il canale più efficiente per pubblicizzare le promozioni, in particolare gli sconti grazie a strumenti di comunicazione e di condivisione più efficaci rispetto ad altre piattaforme di social network: la definizione del target e la possibilità di mostrare automaticamente le pubblicità a quei profili che sono più simili a quelli dei propri clienti di maggior valore permette di potenziare la strategia della farmacia su Facebook.

Con Facebook, il farmacista apre un canale preferenziale e pervasivo per raggiungere il proprio cliente/paziente, promuovendo la cura della salute e al contempo abbinando la sua offerta commerciale online e offline sulla base dei bisogni dell’interlocutore.

Per completare questo percorso di avvicinare il farmacista al cliente/paziente sui canali online, Farmakom è la scelta giusta per la farmacia eCommerce: prova subito la demo.