Il 66% dei camici bianchi che troviamo dietro il bancone della farmacia è indossato da donne: secondo i dati raccolti da Federfarma, infatti, quella del farmacista è una professione prevalentemente al femminile.

In generale l’imprenditoria in rosa in Italia è in crescita, come dimostrano i dati dell’Osservatorio di Unioncamere: più di 6.000 nuove attività sono nate tra il 2017 e il 2018, portando il numero a 1.337.000.

A questo fenomeno contribuisce in particolar modo il Lazio, con quasi un terzo delle nuove imprese e un totale che supera i 145.000.

Per questo motivo la Regione ha indetto un bando rivolto alle imprenditrici e professioniste per sostenere progetti di innovazione.

Cos’è il bando Innovazione Sostantivo Femminile

L’iniziativa prevede un contributo a fondo perduto che va a coprire dal 50% all’80% del costo del progetto fino a 40.000 euro grazie allo stanziamento di un milione di euro (più risorse dedicate a Comuni in aree di crisi complessa).

Le farmaciste del Lazio possono partecipare al Bando per progetti mirati all’innovazione, attraverso interventi come:

  • adozione di soluzioni digitali e tecnologiche consolidate, come realtà aumentata, web 2.0, eCommerce, social media, …
  • automazionevolta a migliorare la qualità dei processi;
  • integrazione di processi flessibili, come sistemi di programmazione e pianificazione intelligente dei compiti;
  • avvio di fabbricazione digitale, come stampanti 3D e prototipazione rapida.

Le spese che vengono coperte dal bando comprendono i costi:

  • del progetto (investimenti materiali e immateriali, acquisizione e mantenimento di servizi Saas, integrazione dei sistemi, costi per consulenza specialistica);
  • del personale impiegato (compresa la titolare), a forfait;
  • indiretti, a forfait.

I costi del progetto devono avere un importo minimo di 15.000 euro, mentre le altre due voci vengono calcolate, rispettivamente, come il 10% e il 5% del costo del progetto.

Come partecipare al bando Innovazione Sostantivo Femminile

La farmacista potrà utilizzare la documentazione disponibile online per autovalutare il suo progetto: le domande verranno infatti prese in considerazione in base a molteplici requisiti e inserite in una graduatoria.

Successivamente bisognerà compilare la presentazione formale della domanda, non oltre il mezzogiorno del 12 novembre 2019, sulla piattaforma online GeCoWEB.

Infine, il richiedente dovrà inviare la sua domanda via PEC a incentivi@pec.lazioinnova.it entro le ore 18:00 del 12 novembre 2019: l’e-mail dovrà contenere il file generato a seguito della compilazione della domanda e la dichiarazione di possesso dei requisiti sottoscritta con firma digitale.

Perché conviene partecipare

Ottenuto il contributo, il progetto dovrà essere avviato, pagato e rendicontato entro 9 mesi: a seguito della presentazione della documentazione sulle spese sostenute, si otterrà il rimborso in un’unica soluzione online attraverso la piattaforma GeCoWEB.

Le innovazioni che la farmacista del Lazio può adottare grazie a questo bando le permettono di semplificare lo svolgimento di tutte le attività (operatività, gestione, contabilità, …), costruire o potenziare la sua presenza digitale, offrire nuovi servizi e, in definitiva, aumentare sensibilmente la sua marginalità.

Farmakom offre svariate soluzioni per supportare la trasformazione digitale della farmacia: l’eCommerce, le integrazioni, il marketing digitale e l’applicazione per smartphone, nonché la consulenza necessaria per sfruttare appieno questi strumenti, sono tutte innovazioni coperte dal bando.

Partecipa subito per ottenere un importante contributo per evolvere la tua farmacia nel Lazio grazie a Farmakom: prova subito la demo.