035 080 0074

Professione Farmacista

6 Agosto 2020

Il farmacista contro le fake news sul COVID: il compendio FIP

farmacista relazionale

La lotta al coronavirus si combatte su più fronti: la medicina si sta impegnando a individuare soluzioni farmacologiche efficaci contro il virus e a sviluppare un vaccino, mentre i governi hanno adottato, e continuano a valutare, misure per limitare la diffusione dell’epidemia; a valle troviamo i cittadini, a cui viene chiesta prudenza e responsabilità per evitare un secondo lockdown.

Tuttavia, si tratta di un momento di incertezza, in cui una pluralità di voci, più o meno autorevoli, diffondono informazioni spesso contrastanti riguardo il COVID.

La disinformazione, voluta o accidentale, è rischiosa, perché porta le persone a adottare comportamenti che possono compromettere gli sforzi fatti finora oppure ad acquistare prodotti che non servono a nulla contro il virus: ricordiamo, per esempio, che nel pieno del lockdown, una fake news sulle proprietà terapeutiche della Vitamina C aveva portato a un rapido incremento delle ricerche di questo prodotto.

La lotta al coronavirus è quindi anche educativa e informativa, e servono voci professionali e competenti per assicurare la veridicità delle notizie e rassicurare i cittadini confusi.

Il farmacista è la figura ideale a ricoprire questo ruolo, essendo già un punto di riferimento per i suoi clienti/pazienti e considerando la sua presenza capillare sul territorio.

La FIP (International Pharmaceutical Federation) ha diffuso una guida contenente utili informazioni sul coronavirus e sulle pratiche per la gestione dei pazienti e dei casi sospetti.

In particolar modo si rivolge, per l’appunto, al farmacista, riconoscendo il suo prezioso contributo nel contrastare le fake news e portare informazione e tranquillità ai suoi clienti.

Quest’opera di sensibilizzazione deve essere condotta in modo multicanale, all’interno della farmacia fisica facendo leva sulla relazione faccia a faccia e usando volantini e pamphlet redatti dalla autorità sanitarie, e online, impiegando blog e social per presentare informazioni supportate da evidenze scientifiche e, idealmente, analizzare e ‘smontare’ le fake news.

La comunicazione deve essere rivolta non solo ai clienti/pazienti, ma anche a chi diffonde le fake news, per correggere alla fonte, e ai media, per dare risonanza alla propria voce e aumentare la visibilità dei farmacisti che, nel pieno dell’epidemia, hanno svolto un ruolo cruciale, ma spesso relegato in secondo piano dalla comunicazione mediatica, come osserva FIP.

Il farmacista è così una figura sempre più complessa e rilevante, che continua a evolversi sia sul canale fisico che su quello digitale: per supportare adeguatamente la sua attività online, però, gli serve la giusta piattaforma di eCommerce per la farmacia.

Farmakom è l’eCommerce per la farmacia chiavi in mano, ricco di funzionalità che aiutano il farmacista ad aumentare la sua visibilità: scopri di più prenotando la demo della piattaforma.

Articoli correlati

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close